Home Ricette per bambiniRicette dolci Ricetta torta tiramisù

Ricetta torta tiramisù

by admin
306 views
Ricetta torta tiramisù

La Maestra Tiramisù non è una maestra famosa per la sua dolcezza. Ma la ricetta torta tiramisù lo è.

Paola Valente ha inventato una maestra inquietante, con i capelli come serpenti e gli occhi di fuoco, che dirige una scuola nei sotterranei: un luogo dove la storia si insegna alla rovescia, dove i ragni spuntano da sotto i banchi, e dove alcuni alunni capitano per caso e rischiano di perdere la propria libertà.

Il libro

I protagonisti di questa fiaba, frequentano una scuola molto costosa di New York posta all’ultimo piano del grattacielo Bidibibù, raggiungibile tramite ascensori di cristallo. Per raggiungere la cima, i ragazzi presero un’ascensore di servizio, ma si trovarono sotto terra, tra le grinfie della maestra Tiramisù.

La maestra inizia subito a interrogare e ad infliggere punizioni a chiunque non risponda correttamente, la sua punizione preferita è la botola: il buco sotterraneo dove rinchiude tutti i bambini “cattivi” i quali da sotto urlano “Maestra Tiramisù, tirami su, ti prego!”

Riesco a sfuggire alla maestra grazie all’aiuto di un bidello, che però decide di restare in quella scuola per aiutare gli altri bambini che sarebbe arrivati li per errore.

La Maestra Tiramisù è un classico, ma allo stesso tempo sempre attuale. Perfetto per i più piccoli che vivono in maniera negativa il rapporto con la propria maestra.

Una fiaba che gli consente di superare tante paure.

La ricetta

Per affrontare la paura del buco, delle grinfie della maestra e del suo assistente ragnetto, ho pensato di realizzare uno dei dolci preferiti dai più piccoli, nel quale possono affondare le dita e trasformare tutto in dolcezza 🙂

Ingredienti

Base tiramisù pastorizzata del maestro Montersino

175 g. tuorli (ca. 10 tuorli)
340 g. zucchero semolato
100 ml. di acqua
1 stecca di vaniglia

E inoltre:
450 g. base tiramisu pastorizzata
15 g. gelatina in fogli
500 ml. panna fresca liquida
500 g. mascarpone

 

 

 

Procedimento

Pesate i tuorli e metteteli nella planetaria insieme ai semi di vaniglia. Iniziate a montare riscaldando la planetaria con un cannello fino a portare i tuorli a 40°. Montate piano piano a media velocità.

A parte, mettete in un pentolino l’acqua con lo zucchero e scaldate il tutto a fuoco medio-basso. Con un termometro per alimenti, controllate che la temperatura arrivi a 121°.

Appena raggiunti, versate lo sciroppo a filo nel composto dei tuorli e continuate a montare finchè il composto non si sarà raffreddato (ca. 10 minuti).

Mettete la gelatina in fogli in ammollo in acqua fredda per ca. 8-10 minuti.

Scaldate metà della base tiramisù al microonde per qualche minuto. Una volta che è diventata abbastanza calda, aggiungete la gelatina strizzata e asciugata con della carta assorbente. Mescolate con cura fino a farla sciogliere completamente.

Incorporate la base tiramisù con la gelatina alla base tiramisù rimanente.

A parte montate il mascarpone con la panna fresca liquida (insieme).
Unite il mascarpone e la panna alla base tiramisù e mescolate “a mano” con movimenti dall’alto verso il basso.

La crema tiramisu è pronta! Inzuppare pavesini o savoiardi nel caffè e ricoprire di crema tiramisù. Fate in totale 4 strati. 

Il ragnetto l’ho creato facendo uno spuntone di crema tiramisu, alla quale ho aggiunto gocce di cioccolato per gli occhietti e codette di cioccolato per la peluria. Per le zampette ho usato pasta frolla.

Per le dita della maestra ho usato sempre pasta frolla, facendo la forma del dito. Ho poi ripassato le pieghe del dito con del cacao.
Per fare lo smalto ho pitturato, con del colorante rosso alimentare e un pennellino, le unghie.

Ho fatto poi un buco nel tiramisù per simulare la punizione preferita che la maestra impartisce: la botola, il buco sotterraneo dove rinchiude tutti i bambini “cattivi” i quali da sotto urlano “Maestra Tiramisù, tirami su, ti prego!”.

La vignetta con la scritta l’ho sempre realizzata con pasta frolla e la scritta con pennellino e colorante alimentare nero.

La ricetta torta tiramisù è pronta! Se la maestra tiramisù fa paura, ci si può sempre vendicare divorandola in un sol boccone 🙂

Non tutte le maestre sono cattive. Leggi i consigli delle maestre di Fiabe della buonanotte 🙂

 

Francesca Tomassetti
Amante dei dolci

CONTATTAMI

Leggi anche